Prevenzione

   

Tiziana è una giovane donna con problemi di sovrappeso. Errate abitudini alimentari avevano portato Tiziana ad un accumulo di massa grassa in eccesso per circa Kg 10.

 

Tiziana si alimentava quasi esclusivamente di carboidrati raffinati e zuccheri (alimenti con farina bianca e dolci) ed era entrata in una spirale che le aveva generato un effetto droga. Inoltre, Tiziana beveva poca acqua e molti succhi di frutta o bevande gassate e zuccherate. Tiziana si svegliava ogni mattina con poca energia e soffriva di stanchezza cronica. Soffriva di mal di testa e fame nervosa nella fase pre ciclo. 

 

L'obiettivo di Tiziana era perdere circa Kg 13, imparare a mangiare in modo più sano ed equilibrato e gestirsi in autonomia nell'ottica di avere un figlio e poter affrontare la gravidanza partendo da un peso corporeo nella norma.

 

Nome: Tiziana Verdi*

Genere: femmina

Età: 27 anni

Peso: Kg 73

 

Altezza: cm 165

Circonferenza ombelicale: cm 92

Circonferenza fianchi: cm 108

 

Non si evidenziavano valori ematici significativamente fuori dalla norma.

Tiziana aveva molti dubbi e paure connesse al dover affrontare un cambiamento alimentare per lei drastico.

Tiziana lavora in una pasticceria e questo le creava ulteriori difficoltà essendo costantemente tentata a consumare alimenti ricchi di carboidrati e ad alimentarsi in modo irregolare durante il corso della giornata.

 

Nonostante i timori iniziali, Tiziana ha affrontato la prima e la seconda fase del programma senza particolari difficoltà. Sin dai primi giorni Tiziana ha potuto osservare gli effetti positivi delle nuove abitudini alimentari sul suo organismo. Nelle prime due settimane Tiziana ha registrato una notevole perdita di peso corporeo (circa Kg 4) ed una notevole riduzione della circonferenza ombelicale (circa cm 7)Il suo organismo, grazie alla riduzione dei carboidrati assunti ed al consumo di acqua naturale al posto delle bevande zuccherate e gassate, reagiva sgonfiandosi.

 

Nel corso della terza fase Tiziana ha avuto un periodo di difficoltà. La sua determinazione le avevano permesso di affrontare il primo periodo del percorso ma non era ancora stata in grado di trovare un nuovo equilibrio alimentare. Tiziana continuava a vivere la propia alimentazione secondo due approcci estremi: il periodo in cui era a dieta, nel corso del quale la sua determinazione le permetteva di rinunciare a tutto ciò che potesse influenzare negativamente il suo percorso e il periodo in cui non era a dieta e durante il quale consumava cibi senza alcun controllo ne sulla quantità ne sulla qualità.

Dopo le iniziali difficoltà, nel corso della fase tre, Tiziana è riuscita ad allontanarsi dai suoi vecchi schemi alimentari iniziando a seguire una alimentazione sana ma concedendosi anche alcune eccezioni. Tiziana ha anche preso consapevolezza dei condizionamenti famigliari forti (mangiare antipasto, primo, secondo, dolce) dai quali ha deciso di slegarsi. Nella fase premestruale ha imparato a scegliere i dolci con un nuovo criterio, così da evitare accumulo di massa grassa. Ha imparato come comportarsi prima e dopo occasioni particolari come inviti a cene importanti o nel corso di viaggi. Tiziana ha iniziato a fare attività fisica due volte alla settimana riscontrando un significativo aumento dell'energia vitale.

Tiziana, dopo un mese nel corso della fase tre in cui non riusciva a diminuire ulteriormente il proprio peso corporeo ha ripreso a dimagrire.

 

Al termine del percorso, della durata di 5 mesi, Tiziana aveva raggiunto un peso corporeo di Kg 61 con una diminuzione di Kg 12, la circonferenza ombelicale era diminuita di cm 21 e i fianchi di cm 15.

Nella mia vita sono stata sempre abituata a mangiare smisuratamente e senza ulcun controllo. Finalmente dopo 27 anni, grazie a questo percorso,  sono riuscita a prendere in mano la situazione e ho migliorato le mie abitudini e imparato a gestire e scegliere cosa e quando mangiare.
È vero non sono mancati i momenti di sconforto ma grazie alla disponibilità e alla professionalità della mia consulente sono riuscita a superarli.
La cosa che più mi ha colpito durante questo percorso è che nonostante io sia una persona super golosa ora riesco il più delle volte a gestirmi,  scegliere cosa è giusto e cosa è sbagliato mangiare e soprattutto quando. Cosa che credevo assolutamente impossibile per me. Ho dedotto quindi che questo percorso è riuscito addirittura a cambiare il mio modo di pensare. 
Un'altra cosa che mi ha sorpresa è questa: durante le feste di fine anno, lasciandomi un po andare, ho mangiato più del previsto e nei giorni successivi al primo gennaio sentivo malessere (mal di stomaco, crampi) che ho scoperto poi essere legati al fatto di aver "esagerato". Con questo ho capito che ok, essere golosi, ma quando si sente di essere pieni, basta, si deve mettere un punto. 
Ora, dopo tutto questo la cosa di cui sono più felice, ovvio, ho praticamente raggiunto il mio peso forma, ma la cosa più importante è che ho imparato ad ascoltare il mio corpo, so quando concedermi dei piaceri (Nutella, dolci in generale e snack) vedendoli diciamo come "premi" per me stessa... e poi so che questi kg persi non li riprenderò perché ho imparato a gestirmi, so come comportarmi e reagire dopo pasti completamente liberi.

 

Tiziana

 

 

* Nome di fantasia